Quanto può guadagnare uno Youtuber?

The following two tabs change content below.
Sono un ragazzo appassionato di tecnologia e di musica e cercherò di condividere con voi la mia passione, almeno la prima citata, attraverso gli articoli che scriverò!

youtuber

Tra le community più grandi del web troviamo quella di YouTube, il famoso servizio di hosting che da anni è il punto di riferimento di milioni di utenti in tutto il mondo, i quali lo utilizzano per gli scopi più disparati, dal divertimento al lavoro. Negli ultimi tempi si è diffusa sempre di più la parola Youtuber, ovvero colui o colei che ha un account di YouTube e carica periodicamente dei video che possono essere di tematiche differenti e questa figura è ultimamente considerata anche un lavoro, infatti, se ben fatto, essere uno Youtuber può portare guadagni consistenti. Sorge quindi spontanea la domanda: ma quanto può guadagnare uno Youtuber?

Visualizzazioni

La prima cosa che viene in mente se si parla di guadagno tramite YouTube è sicuramente il numero di visualizzazioni che si riescono ad ottenere ad ogni video, infatti è abbastanza ovvio che in linea generale i canali i cui video hanno molte visualizzazioni possono potenzialmente guadagnare di più rispetto a canali con visualizzazioni medio – basse. Non ci sono dati certi circa la proporzione che lega le visualizzazioni ad un video al corrispettivo guadagno, ma ci sono diverse ipotesi che vi riportiamo qui di seguito:

  • 0,001€ per visualizzazione: si tratta probabilmente dell’ ipotesi che maggiormente si avvicina alla realtà e se rispecchiasse la realtà implicherebbe un guadagno di circa 1€ ogni mille visualizzazioni.
  • 0,007€ per visualizzazione: secondo questa ipotesi, più ottimista della precedente, si potrebbero guadagnare circa 7€ con 1000 visualizzazioni.
  • 0,01€ per visualizzazione: ok, questa è decisamente la visione più ottimista in assoluto, infatti se così fosse si guadagnerebbero 10€ ogni 1000 visualizzazioni, quindi per un video da 1 milione di views si arriverebbe a 10000€, una gran bella somma!

Queste stime non sono ufficiali, per cui non fateci troppo affidamento, anche perché uno Youtuber può scegliere di non essere partner di YouTube, ma di affidarsi ad altri tipi di affiliazioni formulando contratti con altri partner ed in tal caso i guadagni possono subire variazioni significative. Un’ultima cosa, prima di andare avanti, anche io ho un canale YouTube dove per un periodo ho caricato diversi video con una certa periodicità e sui video ho attivato i banner pubblicitari; i guadagni che ho ottenuto con tali video sono di circa 0,0001€ per visualizzazione, quindi ben lontani anche dall’ ipotesi più rosea citata sopra, ma probabile che ci sia qualche dettaglio che mi sfugge in merito.

Altre strade

Le visualizzazioni ai propri video posso generare dei guadagni tramite le pubblicità che vengono mostrate da YouTube o da altre affiliazioni, ma questo non è l’unico modo in cui è possibile guadagnare qualcosa, infatti gli YouTube che possono vantare un alto (o comunque medio – alto) numero di iscritti e quindi di fan che li seguono possono contare, ad esempio, su eventi e manifestazioni di vario genere. Spesso ci sono centri commerciali che, per attirare clienti, invitano un personaggio famoso per farsi pubblicità e in molti casi vengono invitati degli YouTuber che ricevono dei compensi in cambio di tali prestazioni, ma il centro commerciale è solo un esempio, infatti si potrebbe trattare di una fiera del fumetto o di altro ancora.

Se si ha successo e si è seguiti da tante persone si possono presentare davvero tante occasioni di guadagno, soprattutto legate al mondo della pubblicità e non solo nel web, ma anche al di fuori. Dire quindi con precisione quanto guadagna uno Youtuber in linea generale è impossibile, ma di certo più visibilità si ha, più possibilità di guadagno c’è, ma essa deve anche essere ben sfruttata dalla persona in questione, per cui magari può verificarsi che youtuber con meno iscritti riescano a guadagnare più di chi ha una folla più numerosa di fan al seguito, magari perché più abili nello sfruttare il proprio potenziale.