Informazioni importanti

I 15 Migliori Metodi per Aumentare la Durata della Batteria di Smartphone e Tablet

The following two tabs change content below.

Gianni M.

Sono da sempre uno smanettone… Ormai non più in erba, ma sempre desideroso di conoscere, scoprire, ogni cosa che abbia a che fare con tecnologia e dintorni.

In questo articolo faremo una carrellata dei migliori metodi per aumentare la durata della batteria di smartphone e tablet per aiutarvi ad ottenere una migliore autonomia o per riuscire a prolungarne la vita in situazioni di emergenza. Perché? Chi non è mai rimasto senza batteria alzi la mano!;)

In realtà non vi sto per svelare nessun segreto e molti di questi metodi possono essere facilmente dedotti, ma cerchiamo di fare un attimo il punto della situazione, stilando tutti i sistemi per risparmiare batteria:

1- Abbassa la luminosità del display: Il display a causa della retroilluminazione consuma tanto, quindi abbassarne la luminosità vi permetterà di risparmiare tanta energia. Anche ridurre i tempi di spegnimento automatico del display può essere d’aiuto.
2- Usate la rete GSM e non il 3G: Non tutti sanno che il 3G è molto più dispendioso in termini di consumo della più vetusta tecnologia GSM, questo perchè utilizza frequeste maggiori. Maggiore la frequenza maggiore è il consumo e tutto peggiora in movimento o in caso si utilizzi la connessione dati.
3- Disabilita i dati: Quando i dati sono attivi il dispositivo consuma energia per tenere attiva la connessione, effettuare la sincronizzazione di dati, ecc… Quando non vi serve disattivatela o se proprio è indispensabile, disabilitare la sincronizzazione può essere d’aiuto a razionare l’energia
4- Disabilita il Wi-fi: Quando non vi serve disattivatelo sempre, ma se proprio dovete disattivate la funzione di notifica delle nuove reti wireless poiché e molto dispendiosa in termini energetici visto che il vostro terminale deve continuamente scansire la rete wireless alla ricerca di possibili reti aperte.
5- Disattiva il GPS: Anche il GPS innalza il consumo di energia anche più del wifi, quindi quando non serve disattivalo e… aumenterete anche la vostra privacy non permettendo a qualche app di conoscere la vostra posizione.
6- Disattiva la vibrazione: la vibrazione viene ottenuta facendo girare un motorino elettrico che consuma molto più della suoneria, quindi quando potete scegliete quest’ultima… e se potete abbassate il volume.
7- Installa un task killer: Quando il dispositivo è in stand-by, le app caricate in memoria aumentano il consumo di batteria, quindi chiudere le app che non servono al momento aiuta a non sprecare energia.
8- Abbassa la velocità di clock: Per gli smanettoni puri anche questa soluzione può andare bene. In alcuni dispositivi è possibile abbassare ed alzare a piacimento la velocità di clock, quindi abbassandola otterremo prestazioni inferiori, ma un notevole incremento della durata della batteria. Gestendo la velocità di clock a seconda delle esigenze del momento si può ottenere il massimo delle prestazioni in relazione ai bisogni del momento.
9- Attento a non surriscaldarlo: Lasciare le batterie ricaricabili vicine a fonti di calore o alla luce del sole diretta, magari sul cruscotto dell’auto, può far disperdere dell’energia, oltre a danneggiare la batteria stessa riducendone la capacità o rendendola inservibile. Se usate il cellulare da hotspot wifi occhio alla temperatura: se state trasferendo tanti dati e collegate il caricabatterie è facikle che il dispositivo si surriscaldi, rischiando di danneggiare la batteria.
10- Usalo con parsimonia: Sarà banale, ma più ci “giocate” e prima si scaricare soprattutto se effettuate chiamate o vi connettete a internet. Se usate lo smartphone da hotspot wifi ricordatevi che è molto stressante per la batteria in termini di consumo di energia e produzione di calore.
11- Carica la batteria al 100%: la vostra risposta sarà sicuramente:”Ma va?”, ma non è così banale. Infatti spesso non si aspetta che la carica sia terminata scollegando prima il caricabatteria, o si tiene il dispositivo sotto carica tutta la notte, che comunque non va bene, anche perché è una pratica che accorcia molto la vita della batteria. Solitamente un paio d’ore sono sufficienti per una carica completa e corretta.
12- Installa un app di gestione della batteria: ce ne sono una miriade. Vi consiglio JuiceDefender e Go Battery Save &Power Widget, ma potete veramente sbizzarrirvi a fare test se volete.
13- Cerca app alternative: Android effettua un monitoraggio sul consumo della batteria e vi può venire utile per sapere se avete installato app divoratrici di energia. Se è così vi basterà trovare un’app alternativa su Google Play che sia un po’ meno esigente.
14- Disattiva il bluetooth: Se non avete assoluta necessità di utilizzare viva-voce o auricolari tenerlo spento vi farà risparmiare emergiamo preziosa.
15- In caso di ricezione scarsa o nulla spegnilo o attiva la modalità aereo: in caso il vostro dispositivo sia a corto di batteria e vogliate prolungarne al massimo la durata, se notate un basso livello del segnale o se siete in rapido movimento, potrebbe convenire spegnere o attivare la modalità aereo in modo da disconnettersi dalla rete preservando la batteria per un utilizzo successivo.

L’articolo ti è piaciuto? Condividilo con chi vuoi attraverso il tuo social network preferito usando la barra a sinistra.

Hai testato altri metodi? Hai bisogno di aiuto? Condividi con noi la tua esperienza lasciando un commento!