Come Recuperare Iccid della Sim Tagliata per Portabilità

The following two tabs change content below.

Gianni M.

Sono da sempre uno smanettone… Ormai non più in erba, ma sempre desideroso di conoscere, scoprire, ogni cosa che abbia a che fare con tecnologia e dintorni.

sim_cutter_1Oggi molti cellulari, smartphone e tablet sono dotati di microsim e spesso si è costretti a sostituire o tagliare la sim: se rientri nel secondo caso potresti aver bisogno di recuperare ICCID della sim tagliata per poter cambiare operatore attraverso la cosiddetta portabilità del numero o MNP.

Infatti, se hai tagliato la sim, l’Iccid, ovvero il suo numero di serie, è stato rimosso, ma non disperare, di seguito vedremo come è possibile recuperarlo.

Premessa

I vari operatori come Tim, Wind, Vodafone, Tre, ecc., non forniscono l’Iccid attraverso i loro call center ed è anche comprensibile vista che la sua unica utilità pratica è il cambio di operatore, quindi se spieghiamo all’operatore la problematica ci verrà consigliato di sostituire la sim “danneggiata”, ovviamente a pagamento.

Se abbiamo tagliato la sim a suo tempo, probabilmente, lo abbiamo fatto per risparmiare i 10€ per la sostituzione, quindi perché spenderli adesso che vogliamo anche cambiare operatore? Continua a leggere e scoprirai tutti i metodi per risalire all’Iccid della tua sim.

Requisiti

Purtroppo con i cellulari di vecchia generazione non è possibile recuperare l’Iccid, o meglio, non esiste un modo “standard” che vada bene per tutti (l’unica speranca è quella di untilizzare il cellulare come modem, ove possibile, ed usare i comandi che vedremo più avanti).

Vediamo quindi i requisiti (non servono tutti, ma ne basta uno):

  • La smartcard da cui avete staccato la sim al momento dell’acquisto (quella riportante pin e puk)
  • Uno smartphone o tablet 3G (iOS, Android, Windows Phone, Black Berry)
  • Un modem 2G o 3G (compresi cellulari con funzionalità di modem come i vecchi Nokia) ed un Pc

Procedura

Esistono tre metodi per recuperare l’Iccid della sim:

Metodo della Smartcard

E’ abbastanza banale, ma degno di nota. Se hai a disposizione la smartcard, ovvero la scheda di plastica, dalla quale hai staccato la sim, su questa potrai recuperare facilmente l’Iccid della simIccid_su_smartcard

 

Metodo dello Smartphone

Se hai smarrito anche la smartcard originale bisognerà trovare l’Iccid della tua sim con l’aiuto di uno smartphone o un tablet 3G. Vediamo la procedura in dettaglio per ogni sistema operativo:

IOS

Impostazioni -> Generali -> Info. Quindi scorri verso il basso per trovare l’Iccid della tua sim.

Android

Android nelle informazioni sul dispositivo non mette a disposizione anche l’Iccid, ma è possibile ovviare installando l’app gratuita Sim Serial Number. Apri Sim Serial Number e troverai il tuo Iccid (o i tuoi Iccid nel caso il tuo cellulare abbia due sim) elencati.

In caso di necessità potrai condividere i tuoi seriali tappando sul pulsante

Windows Phone 7

Impostazioni -> Informazioni su -> Altre info e cerca l’Iccid

Windows Phone 8 e 10

Impostazioni -> Informazioni su -> Altre informazioni e cerca l’Iccid

Blackberry

Opzioni -> Opzioni avanzate -> Scheda SIM. Quindi scorri verso il basso per trovare l’Iccid della tua sim.

Metodo del Modem

Anche se ti consiglio vivamente di usare i primi due metodi (al massimo lo smartphone te lo fai prestare cinque minuti da qualcuno), è possibile recuperare l’iccid della sim grazie all’ausilio di un modem 2G (Gsm) o 3G (Wcdma/Umts/Hsdpa) collegato ad un Pc utilizzando i comandi AT. Questa procedura e per smanettoni puri, quindi se non sai cosa sono i comando AT e non hai voglia di metterti a cercare e studiare ti consiglio di lasciar perdere. Non esistono dei comandi AT standard per tutti i dispositivi, quindi in alcuni modem i comandi riportati in seguito potrebbero non essere applicabili. Questa procedura potrebbe funzionare anche con alcuni cellulari di vecchia generazione dotati di modem integrato.

Bene, fatte le dovute premesse, andiamo al sodo ed e vediamo i comandi AT più diffusi:

AT+CRSM

oppure

AT+CSIM

oppure

AT+CCID

 

In Italia l’Iccid inizia sempre con 8939 ed è composto da 19 cifre. Per l’applicazione dei comandi AT ti servirà un emulatore di terminale come Hyperterminal o Putty (anche se non si tratta di una guida specifica puoi trovare qualche informazione in più su PuTTy ed i comandi AT in questo articolo).

Risoluzione dei problemi

Con alcuni operatori come Tim e Tiscali possono esserci dei problemi, nel senso che l’iccid che troviamo con questi sistemi potrebbe essere troppo lungo o non corretto.

Nel caso di Tim, solitamente, il problema risiede nella lunghezza: iccid di 20 caratteri, quindi troppo lungo. La soluzione è semplice: bisogna togliere uno zero. Nella fattispecie, basterà omettere lo zero che segue l’893901000 e poi proseguire con le 10 cifre restanti:

Per Tiscali non so darvi soluzioni perchè non ho una sim di questo operatore a disposizione, ma se questo trucco dovesse funzionare fatemelo sapere con un commento.

Conclusioni

In un modo o nell’altro spero di averti fatti risparmiare 10€ (o 15€ nel caso di Tim…)!;)

L’articolo ti è piaciuto? Condividilo con chi vuoi attraverso il tuo social network preferito usando la barra a sinistra.

Hai testato altri sistemi? Hai bisogno di aiuto? Condividi con noi la tua esperienza lasciando un commento!

 [Immagine: http://www.shopclues.com]