Come Liberare Spazio su Google Drive

The following two tabs change content below.

Carlo Principe

Passione, dedizione e curiosità sono le tre parole chiave che accompagnano la mia vita tecnologica. May the Force be with you!

Schermata del 2015-05-19 23:05:25Google offre ai suoi utenti 15 GB di spazio libero su Google Drive, il che sembra un buon affare rispetto ai 2 GB di Dropbox e ai 10 GB di Box. Ma… c’è un problema: tale limite di 15 GB include non solo il tuo Google Drive, ma anche il tuo account Gmail (messaggi e allegati) e le foto caricate su Google+!

Se si utilizza Gmail come uno degli account di posta elettronica principale, probabilmente ti sarà capitato di andare a sbattere contro quel limite di 15 GB più frequentemente di quanto desideri. In questo articolo vedremo come si può dare la caccia a file, a messaggi, ad allegati e a media che stanno occupando gigabyte preziosi al fine di recuperare spazio su Google Drive per te. Ecco allora come liberare spazio su Google Drive (ah, vi ricordiamo anche i 5 migliori trucchi per Google Drive!).

Fase 1: Trovare il problema

Per scoprire cosa c’è che occupa tanto spazio sul tuo Google Drive, vai alla pagina di archiviazione di Google Google a questo link. Qui, vedrai un grafico a torta che mostra quanto spazio si sta occupando; passando il mouse sopra il grafico potrai vedere una ripartizione dello spazio suddiviso per piattaforma.

Come potrai notare nell’esempio presente nell’immagine, la maggior parte del mio spazio Google Drive è stato occupato da messaggi Gmail e dagli allegati, oltre che da foto caricate su Google+.

In questa pagina è anche possibile vedere quanto spazio totale hai a disposizione (compresi eventuali bonus che si possono aver guadagnato) e inoltre è possibile aggiornare il piano, se per esempio pensi di poter aver bisogno di più spazio. I piani di Google Drive partono da 2 dollari al mese per 100 GB e raggiungono i 300 dollari al mese per 30 TB.

Fase 2: Quali sono i file necessari per non superare il limite?

Non tutto in Google Drive viene conteggiato per determinare lo spazio occupato e il conseguente limite di archiviazione; questo concetto è importante per non andare in giro nel nostro account in maniera indiscriminata per eliminare qualsiasi file. Tutto ciò che si crea con Google Docs (Google Sheet, Google Slide) non viene conteggiato (lo stesso discorso vale per qualsiasi Google Doc, Sheet o Slide condiviso con voi). In Gmail, invece, viene conteggiato tutto, mentre su Google+ vengono conteggiate solo le foto più grandi di 2048 x 2048 pixel e i video più lunghi di 15 minuti.

Fase 3: Pulire il nostro Drive

Apri Google Drive e dai un’occhiata a “I miei file”. Se vedi una griglia di miniature invece di una lista, fai clic sul pulsante per la visualizzazione elenco nell’angolo in alto a destra dello schermo.

Ora dovresti vedere i tuoi file di Google Drive elencati e ordinati per nome. Google normalmente permette di ordinare il drive facilmente, ma se si fa clic sul pulsante “Opzioni di ordinamento” in alto a destra, vedrete che le uniche opzioni di ordinamento sono Nome, Ultima modifica, Modificati da me l’ultima volta, Ultimi aperti da me.

In realtà è anche possibile ordinare i file in base alle dimensioni: nell’angolo in basso a sinistra dello schermo, si dovrebbe vedere la quantità di spazio di archiviazione che si sta utilizzando e un link che dice “Acquista altro spazio di archiviazione”. Passa il mouse sopra l’area fino a quando viene mostrato un box con una ripartizione dello storage di Drive. In cima alla lista, vedrete, accanto a Drive, una icona azzurra con una “i”. Cliccandoci sopra, verrà mostrata la cartella dei file dell’unità ordinata secondo la “Quota utilizzata” e la relativa dimensione del file. Ora è possibile iniziare l’eliminazione dei file più grandi per liberare maggiore spazio.

Se si possiedono file PDF che si preferisce non eliminare, è possibile salvarli ugualmente e liberare spazio convertendoli in Google Docs (o in Sheet, o Slide, a seconda del file). Per fare questo, fare clic col tasto destro sul file PDF, cliccare su “Apri con”, quindi scegliere Google Docs dal menu a discesa.

Si aprirà un nuovo documento Google con lo stesso nome del file PDF, consentendo quindi l’eliminazione del file PDF. Una volta eliminati i file dal disco, è necessario svuotare la cartella Cestino. Fai clic su Cestino e seleziona i file che si desidera eliminare per sempre, fare clic col tasto destro e scegliere Elimina definitivamente. Fino a quando un file non viene eliminato definitivamente, continuerà ad occupare spazio sul disco Drive.

Fase 4: Eliminiamo le foto su Google+

Quasi non si utilizza più Google+, quindi perché occupare spazio con le foto? Magari perché approfittiamo del servizio automatico di backup delle foto di Android, che carica tutte le immagini che scattiamo col cellulare Android sull’account Google+ a piena risoluzione.

Purtroppo, non è possibile cercare foto caricate su Google+ per dimensione, pertanto bisogna fare un po’ di lavoro extra per liberare dello spazio. In primo luogo, vai alla pagina Google+ Photos e fai clic su “Tutte le foto” per vedere, appunto, tutte le foto. Nell’angolo in alto a destra, vedrete il numero totale di foto salvate su Google+, in modo da poter avere un’idea di quanto lavoro si dovrà fare.

Per eliminare le foto, passa il mouse su di esse fino a quando compare la casella di controllo in alto a sinistra. Fare clic sulla casella di controllo e, tale casella di controllo, comparirà su tutte le foto.

Controllare tutte le immagini che si desiderano eliminare e quindi fare clic su Elimina per eliminarle.

Per disattivare la funzione di upload automatico delle foto a piena risoluzione sul telefono Android, bisogna aprire l’applicazione Google+ sul telefono e andare su Impostazioni> Auto Backup> Formato foto e modificare la selezione da Full size a dimensioni standard. Le foto in dimensioni standard saranno più piccole di 2048 x 2048 pixel e quindi non occuperanno spazio in Drive.

Fase 5: Pulisci Gmail

Se hai fatto tutto fino a questo punto, beh, diciamocelo – il tuo account Gmail sta probabilmente prendendo la maggior parte dello spazio disponibile su Google Drive. Ecco allora che bisogna andare a fare un ulteriore lavoro di pulizia sulla casella di posta per individuare gli allegati più pesanti.

Di certo tramite questa guida avrai liberato tanto di quello spazio per dormire sogni tranquilli e poter sfruttare a pieno il servizio messo a disposizione da Google.

L’articolo ti è piaciuto? Condividilo con chi vuoi attraverso il tuo social network preferito usando la barra a sinistra.

Hai testato altri sistemi o hai apporta delle modifiche? Hai bisogno di aiuto? Condividi con noi la tua esperienza lasciando un commento!