Come fare screenshot su Mac

The following two tabs change content below.
Sono un ragazzo appassionato di tecnologia e di musica e cercherò di condividere con voi la mia passione, almeno la prima citata, attraverso gli articoli che scriverò!

Screenshot

In questo articolo parliamo del Mac, un computer molto apprezzato sicuramente dai fan della Apple, ma non solo, infatti questo dispositivo si rivela una delle soluzioni migliori in diversi campi, motivo per il quale è molto apprezzato in tutto il mondo da tantissime persone, spesso anche da coloro che non vedono di buon occhio i dispositivi con il logo della mela morsicata. Con un computer del genere si possono fare tante cose, ma noi in questo articolo ci soffermiamo su un’ operazione piuttosto semplice di base, ovvero gli screenshot. Gli screenshot sono delle istantanee che permettono all’utente di catturare tutto ciò che viene mostrato sullo schermo del proprio dispositivo in un determinato istante e possono rivelarsi molto utili in diverse situazioni.

Una situazione in cui effettuare uno screenshot può rivelarsi estremamente utile e che mi salta subito alla mente è quella in cui noi di tecnomani.com abbiamo intenzione di mostrarvi una procedura da seguire per risolvere, ad esempio, un problema a livello software che potrebbe presentarsi sul vostro computer; in tal caso può bastare una guida dettagliata, ma tale guida potrebbe essere sicuramente più “amichevole” per il lettore nel momento in cui ci sono degli screenshot che mostrano le varie schermate che si vanno a presentare all’ utente nel corso della procedura.

Spesso per fare uno screenshot basta la semplice pressione di uno o più tasti della tastiera, ma noi oggi approfondiremo questo argomento e vedremo quindi tutti i modi attraverso i quali è possibile effettuare uno screenshot su Mac e in più vedremo alcuni piccoli trucchetti di cui probabilmente non siete a conoscenza. Cominciamo a vedere le varie modalità per effettuare uno screenshot.

Scorciatoie da tastiera

Il primo modo di fare screenshot su mac di cui parliamo è quello forse anche più comodo e sfrutta delle scorciatoie da tastiera che sono impostate di default su ogni mac dagli sviluppatori. Ci sono 3 scorciatoie principali e sono:

  • cmd+ shift+ 3: questa combinazione di tasti permette di effettuare uno screenshot di tutto lo schermo e l’immagine sarà salvata sulla scrivania/desktop in formato png.
  • cmd+ shift+ 4: questa combinazione di tasti farà comparire una specie di mirino al posto del classico puntatore del mouse e tramite questo mirino potrete col mouse selezionare un’area di cui vi interessa fare lo screenshot. Questa scorciatoia è molto comoda nel caso in cui non vi interessi catturare l’intera schermata ma soltanto un dettaglio. Lo screenshot sarà salvato sulla scrivania sotto forma di immagine png. Nel caso in cui premiate questa combinazione ma non volete più effettuare lo screenshot vi basterà fare un click col tasto destro del mouse.
  • cmd+ shift+ 4+ barra spaziatrice: questa combinazione permette di effettuare uno screenshot di una determinata finestra; non appena avrete premuto questi tasti il puntatore del mouse sarà sostituito da una macchina fotografica e passando questa macchina fotografica su una determinata finestra questa sarà evidenziata in blu e basterà fare un click col tasto sinistro del mouse per catturare l’immagine della finestra in questione. Anche in questo caso lo screenshot verrà salvato sulla scrivania in formato png.

Durante l’utilizzo di queste combinazioni possono essere utilizzati altri 3 tasti per aiutarsi nella selezione dell’ area di nostro interesse quando si utilizzano le ultime due scorciatoie elencate sopra e sono:

  • ctrl: premendo anche ctrl si ha la possibilità di non salvare lo screenshot sulla scrivania, bensì di copiarlo negli appunti. Così facendo si potrà poi incollare, ad esempio, lo screenshot appena effettuato in un documento di Word.
  • alt: premendo il tasto alt è possibile cambiare il punto di riferimento rispetto alla selezione, infatti normalmente il punto di riferimento è la posizione in cui cominciamo a tenere premuto il mouse, mentre premendo il tasto alt il punto di riferimento sarà il centro dell’ area che abbiamo selezionato prima di premere il tasto.
  • shift: premendo shift l’area di selezione si muoverà seguendo l’asse orizzontale o quello verticale a seconda di come l’utente sta muovendo il mouse, assicurando così una maggiore precisione nella selezione.

Utilizzando l’applicazione Istantanea di OS X

Un altro metodo per scattare degli screenshot consiste nell’ utilizzo dell’ applicazione Istantanea presente di base in ogni computer con OS X. Potete trovare questa applicazione andando nelle applicazioni, all’ interno della cartella Utility. Aprendo questa app non visualizzerete nessuna finestra, visualizzerete soltanto l’icona all’interno del dock e potrete navigare tramite il menu utilizzando la barra in alto alla scrivania. Attraverso tale barra potrete effettuare uno screenshot tramite la voce “Scatto” scegliendo tra 4 modalità, ovvero “Selezione”, “Finestra”, “Schermo”, “Schermo con timer”. L’opzione “Schermo con timer” può essere utile per effettuare uno screenshot con il puntatore del mouse situato in una certa posizione.

Potete anche scegliere un cursore diverso da visualizzare durante lo scatto dell’istantanea e per farlo vi basterà selezionate la voce “Istantanea” dalla barra in alto e poi selezionare “Preferenze…” (potrete anche decidere se attivare o meno il suono quando viene effettuato lo screenshot). Quando avrete effettuato lo screenshot questo non verrà salvato automaticamente, ma si aprirà in una finestra e dovrete poi salvarlo voi scegliendo un nome e la destinazione di salvataggio (l’immagine sarà salvata in formato tiff).

Utilizzando l’applicazione Anteprima

Un altro metodo per effettuare uno screenshot su Mac è quello di utilizzare il software Anteprima, quello con cui si visualizzano le immagini e le foto di default su OS X. Per scattare un’istantanea dello schermo tramite Anteprima dovrete aprire l’app e navigare attraverso la barra in alto selezionando “Archivio”, “Scatta istantanea schermo” e selezionare poi una delle 3 opzioni, ovvero “Dalla selezione…”, “Da finestra…” o “Da schermo intero”. Rispetto all’ app che abbiamo visto in precedenza manca l’opzione per effettuare screenshot con timer, d’altra parte però abbiamo la possibilità di salvare lo screenshot in formati diversi da quello tiff, unica possibilità offerta da Istantanea, creando così file più facili da condividere.

Utilizzando altri programmi presenti su OS X

I programmi di cui abbiamo parlato nei 2 paragrafi precedenti non sono gli unici presenti in OS X che permettono di effettuare uno screenshot, infatti anche programmi come TextEdit e Mail è possibile catturare un’istantanea dello schermo e per farlo vi basterà fare click col tasto destro e selezionare la voce “Cattura selezione dallo schermo”. Questa opzione è quella impostata di default sul computer ma si possono aggiungere anche le opzioni “Cattura selezione usando il Timer” e “Cattura tutto lo schermo”; per farlo dovrete:

  1. Aprire le Preferenze di sistema di OS X.
  2. Selezionare la voce “Tastiera”.
  3. Selezionare la voce “Servizi” dall’ elenco a sinistra.
  4. Cercare quindi la scheda relativa alle Immagini sulla destra e mettere una spunta di fianco all’ opzione che ci interessa attivare.

Come personalizzare gli screenshot col Terminale

Quando effettuate uno screenshot di una singola finestra, utilizzando quindi, ad esempio, la combinazione di tasti cmd+ alt+ 4+ barra spaziatrice, lo screenshot sarà messo in risalto automaticamente aggiungendo una specie di ombra lungo i bordi della finestra che avete catturato. Se questo piccolo dettaglio non è di vostro gradimento ecco cosa potete fare per eliminarlo:

  1. Aprite il terminale (lo trovate nella cartella Utility).
  2. Digitate questo comando: “defaults write com.apple.screencapture disable-shadow -bool true”.

Nel caso in cui vogliate riabilitare l’ombra allora digitate nel terminale il seguente codice: “defaults write com.apple.screencapture disable-shadow -bool false”.

Quella appena citata è solo una delle modifiche che è possibile apportare agli screenshot tramite l’utilizzo del terminale e ora vedremo tutte le altre modifiche possibili.

Abbiamo visto che quando gli screenshot vengono salvati automaticamente vengono salvati nel formato png, ma tramite il terminale è possibile cambiare il formato di salvataggio e per farlo basta utilizzare questo codice: “defaults write com.apple.screencapture type (type) && killall SystemUIServer”, dove al posto di “(type)” dovrete digitare il formato che preferite, ad esempio jpg o bmp.

Se invece volete cambiare la destinazione di salvataggio degli screenshot perché non volete che si salvino tutti sulla vostra Scrivania allora utilizzate il comando: “defaults write com.apple.screencapture location (destinazione) && killall SystemUIServer”, dove al posto di “(destinazione)” dovete digitare la destinazione di salvataggio, ad esempio “Users/Tizio/Immagini”. Se non sapete come arrivare alla destinazione che preferite allora vi basterà trascinare la cartella di riferimento all’ interno del terminale e apparirà il codice che porta alla giusta destinazione.

Un’ ultima possibilità che ci dà il terminale è quella di cambiare il nome che assumono di default gli screenshot, infatti potrebbe non piacere il sistema di default che nomina lo screenshot con il nome “Schermata” seguito dalla data e l’orario in cui esso è stato effettuato. Personalmente lo ritengo anche utile, ma se volete cambiare questo dettaglio allora dovete utilizzare questo comando: “defaults write com.apple.screencapture name (nome che preferite) &&killall SystemUIServer”, dove al posto di “(nome che preferite)” dovete appunto inserire il nome che preferite appaia sul file degli screenshot che effettuerete.

Le migliori applicazioni per fare screenshot disponibili per Mac OS X

Abbiamo visto quali sono le soluzioni offerte dal sistema operativo OS X “di base” per effettuare degli screenshot, ma ora vedremo invece quali sono le migliori applicazioni disponibili da scaricare o acquistare per effettuare questa operazione. Vediamole.

Skitch

Skitch è un programma di editing di immagini piuttosto semplice e che non permette quindi di effettuare lavori professionali come altri editor più completi, ma al suo interno potrete trovare una funzione che vi permette di effettuare screenshot, anche con timer e di salvarla come immagine in diversi formati per modificarla poi con altri programmi o con Skitch stesso.

Jing

Un’ottima alternativa è rappresentata da Jing, un’ app che permette di registrare dei video e di effettuare screenshot; una buona caratteristica di Jing è la possibilità di caricare i propri screenshot direttamente sul Cloud, inoltre è un’app gratuita ed è molto semplice da utilizzare grazie all’ interfaccia intuitiva.

SnapNDrag

Altra ottima alternativa per effettuare degli screenshot, inoltre con SnapNDrag risulta davvero semplicissimo prendere gli screenshot appena effettuati e utilizzarli in app come Mail, Anteprima o TextEdit.

Monosnap

Ultima alternativa che vi proponiamo in questo articolo, si tratta di una app gratuita che permette di effettuare screenshot e di effettuare delle modifiche su di essi subito dopo lo scatto. È possibile, ad esempio, aggiungere del testo, delle freccie o altri elementi utili ed è possibile caricare gli screenshot sul Cloud per condividerli con più facilità.

Ecco qui, abbiamo finito, questo è tutto quello che c’è da sapere per quanto riguarda la creazione di screenshot su Mac OS X.

L’articolo ti è piaciuto? Condividilo con chi vuoi attraverso il tuo social network preferito usando la barra a sinistra.

Hai testato altri sistemi o hai apporta delle modifiche? Hai bisogno di aiuto? Condividi con noi la tua esperienza lasciando un commento!