Quantcast

10 Trucchi per rendere Android più Veloce

The following two tabs change content below.

Gianni M.

Sono da sempre stato uno smanettone… Ormai non più in erba, ma sempre desideroso di conoscere, scoprire, ogni cosa che abbia a che fare con tecnologia e dintorni.

Android è un sistema operativo molto flessibile, intuitivo e dalle buone performance. In questa guida vedremo come rendere il nostro dispositivo Android più veloce, che sia esso un cellulare o un tablet, con dieci trucchi.

Introduzione

Quello che bisogna sapere è che il dispositivo in nostro possesso, con le impostazioni di fabbrica, non è detto (anzi probabilmente è proprio il contrario) che sia ottimizzato per le massime prestazioni possibili. Questo accade per diverse motivazioni: costi (pagare dei professionisti che  ottimizzino android per il mio dispositivo costa!), garantire la massima affidabilità (a scapito, anche, delle prestazioni), fare in modo che il dispositivo sviluppato sia aperto a tutti gli utilizzi (quindi “ci metto dentro” quanta più roba possibile che possa soddisfare quanti più utenti possibile), motivi commerciali (i produttori di smartphone e tablet guadagnano anche attraverso accordi commerciali con grandi compagnie come Google, Amazon, eBay, che pagano per installare le loro applicazioni, in modo da aumentare il loro numero di utenti…), e via discorrendo…

Certamente non vuole essere una guida esaustiva, anche perchè per un’ottimizzazione spinta e personalizzata le cose cambiano da modello a modello, quindi se siete degli smanettoni così “estremi” vi consiglio di googolare e troverete molto materiale specifico: la documentazione disponibile in rete è una delle cose belle della comunità android.

Per spiegarvi prenderò a riferimento un “case study”, un caso di studio rappresentato dal mio vecchio Htc Dream G1 moddato con Cyanogen mod 6.1: Non c’è niente di meglio di smanettare con un vecchio scassone cercando di spremergli il massimo per imparare le pratiche migliori e più efficaci per far “correre” il nostro android… se vanno sul mio cell paleolitico funzioneranno ancora meglio su dispositivi più recenti ed evoluti con ben altre risorse a disposizione.

Premessa

Prima di iniziare dovrete assicurarvi che il vostro dispositivo sia rootato, che nulla a che vedere con gli effetti dell’assunzione di bevande gassate, ma significa che avete “sbloccato” i permessi di root, ossia quelli di amministratore che vi permettono di accedere a tutte le impostazioni avanzate.

Iniziamo

  1. Ottimizziamo l’avvio per evitare di caricare applicazioni inutili con uno startup manager: vi consiglio Startup Cleaner 2.0
  2. Creiamo un file di swap: serve a dotare il nostro sistema Android di una memoria virtuale, che permetta di sfruttare meglio la memoria RAM fisica del dispositivo. A questo scopo installate Swapper. Solitamente è sufficiente la creazione di un file di dimensioni doppie rispetta alla memoria del dispositivo.
  3. Installiamo un task manager, ad esempio Advanced Task Killer: vi permetterà di forzare la chiusura delle applicazioni che non vi servono più. Molti ritengono questo tipo di approccio sia errato, ma sui dispositivi più poveri di risorse sono molto efficaci ed utili
  4. Installiamo un launcher più leggero come Zeam Launcher o Apex Launcher
  5. Spostiamo quante più applicazioni possibile sulla scheda SD per liberare memoria di massa.
  6. Overclockiamo la cpu. Attenzione questa procedura potrebbe danneggiare il tuo dispositivo irreparabilmente facendoti perdere la garanzia! A questo scopo possiamo usare Cpu Tuner
  7. Disabilitiamo la tastiera Android per recuperare 5Mb di memoria (valido solo per i dispositivi dotati di tastiera fisica).
  8. Disinstalliamo tutte le applicazioni che non servono. Possiamo anche forzare la mano con la app, ma occhio a cosa cancellate, potreste rendere il vostro dispositivo inutilizzabile! Per disinstallare in modo forzato potete usare RootAppDelete
  9. Cerchiamo di sostituire quante più app possibile con delle alternative più leggere: su Google Play controllate sempre le dimensioni delle app che andate ad installare, spesso ci sono alternative altrettanto valide ma più leggere.
  10. Se tutto questo non basta cambiate telefonino!;)